Dettagli del Corso

Esci dal Corso che stai guardando e seleziona altri CorsiFormazione Residenziale[RES][7 ECM]
Il “continuum cardiovascolare” nel genere femminile:
Tappe di vita, malattia e cura
Hotel Eden, Cinquale - Massa, 8 Marzo 2018
(Corso concluso)
ID Provider 182 - Standard
Ragione Sociale DATRE S.r.l.
Dichiarazione di responsabilità

DATRE è responsabile della realizzazione del corso, della qualità scientifica e didattica e dell’integrità etica del contenuto formativo del corso stesso.
Riconosce espressamente che l’attività formativa realizzata attraverso il corso è finalizzata esclusivamente allo sviluppo delle conoscenze scientifiche e delle competenze tecnico professionali in ambito sanitario ed è, pertanto, obiettiva ed indipendente da interessi commerciali.

Evento n. 211491
Edizione n. 1
Titolo Il “continuum cardiovascolare” nel genere femminile:
Data accreditamento 8 Marzo 2018
Crediti conseguibili entro il 8 Marzo 2018
Destinatari (qualifica/disciplina)
  • Medico chirurgo / Allergologia ed immunologia clinica (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Angiologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Cardiologia (Base)
  • Medico chirurgo / Chirurgia generale (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Continuit√† assistenziale (Base)
  • Medico chirurgo / Ematologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Endocrinologia (Base)
  • Medico chirurgo / Gastroenterologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Genetica medica (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Geriatria (Base)
  • Medico chirurgo / Ginecologia e ostetricia (Base)
  • Medico chirurgo / Malattie dell'apparato respiratorio (Base)
  • Medico chirurgo / Malattie infettive (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Malattie metaboliche e diabetologia (Base)
  • Medico chirurgo / Medicina dello sport (Base)
  • Medico chirurgo / Medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Medicina fisica e riabilitazione (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Medicina generale (medici di famiglia) (Base)
  • Medico chirurgo / Medicina interna (Base)
  • Medico chirurgo / Nefrologia (Base)
  • Medico chirurgo / Neurologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Neuropsichiatria infantile (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Oncologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Ortopedia e traumatologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Pediatria (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Pediatria (pediatri di libera scelta) (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Psichiatria (Base)
  • Medico chirurgo / Psicoterapia (Base)
  • Medico chirurgo / Reumatologia (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Scienza dell'alimentazione e dietetica (Equipollente)
  • Medico chirurgo / Urologia (Equipollente)
N. di partecipanti accreditabili 60
Durata dell'attività formativa 7 ore
Crediti assegnati 7.0
Quota di partecipazione gratis
Sponsorizzazioni Menarini
Responsabile Scientifico Dr. Berti Sergio, Dr.ssa Mazzone Annamaria
Razionale Scientifico

In questi primi decenni del terzo millennio, abbiamo assistito nell’ambito della medicina moderna, ad un importante incremento tecnologico multidisciplinare applicato alla ricerca, alla diagnostica e alla cura del paziente. In ambito cardiologico questo processo è stato ancora più di spicco e ha permesso la ottimizzazione della prevenzione e cura delle malattie cardiovascolari con un conseguente allungamento della vita media del paziente cardiopatico. Sofisticati approcci tecno-invasivi, farmacologici, diagnostici  hanno fatto sì che si delineasse sempre più per il futuro la cosiddetta cura personalizzata, “on size” del paziente, che tiene conto della età (giovane o avanzata ), delle comorbilità e non ultimo del sesso / genere. 

Il termine “Genere” implica un riferimento sociale di comportamenti e attività che una società considera specifici per gli uomini e per le donne e  va oltre distinzione del sesso maschile o femminile. L'essere uomo o donna può condizionare in maniera “specifica” l'insorgenza e il decorso delle malattie, l'aspetto diagnostico, il trattamento, la cura e la prognosi. Uomini e donne, pur essendo soggetti alle medesime patologie presentano sintomi, progressione di malattia e risposta ai trattamenti  diversi tra loro.  Tra le patologie che riportano differenze di genere emerge quella cardiovascolare. Ad esempio nell’ambito della cardiopatia  ischemica  sono evidenti differenze di presentazione clinica e di prognosi della malattia nei due generi. La cardiopatia ischemica è stata considerata una patologia specifica dell'uomo, ritenendo la donna protetta dagli ormoni sessuali, gli estrogeni, durante l'età fertile. Dati epidemiologici confermano che le malattie cardiovascolari sono  la principale causa di morte per entrambi i sessi, inoltre sono in aumento i casi di donne giovani che manifestano la patologia con esito fatale. La donna, anche se meno affetta da cardiopatia ischemica, quando ne è colpita, presenta andamento clinico prognosi peggiori rispetto all'uomo; ciò è riconducibile ai differenti meccanismi fisiopatologici coinvolti. Le donne presentano meno frequentemente ostruzione dei grossi vasi coronarici e maggiore coinvolgimento  del microcircolo. Nell'uomo, viceversa, è più frequente la malattia aterosclerotica ostruttiva dei grossi vasi coronarici. La distinzione della malattia cardiaca ischemica rispetto al sesso (maschile o femminile) e al genere (fattori socio-economici, culturali e legati allo stile di vita dell'individuo) apre scenari di terapia rivoluzionari in termini di medicina personalizzata. La bilancia degli ormoni sessuali, potrebbe giocare un ruolo chiave nel determinare lo sviluppo della patologia coronarica ma anche valvolare e dello scompenso, e quindi, la differente risposta ai trattamenti che non devono essere standard, ma personalizzati.

Il corso vuole affrontare miratamente aspetti della patologia cardiovascolare nel genere femminile nelle varie fasi della vita, da quella giovanile e fertile a quella tardiva della post menopausa, secondo un contunuum fisiopatologico, clinico e prognostico che coinvolge le patologie cardiovascolari come la cardiopatia ischemica ,le valvulopatie, le aritmie, lo scompenso cardiaco, ma anche aspetti più suggestivi come le cardiopatie in gravidanza e la cardioncologia. Questo per dare ai clinici ospedalieri e del territorio suggerimenti innovativi, moderni e di reciprocità nella cura cardiovascolare della donna ad ogni età e appartenenza sociale.

 

Obiettivi Formativi

Il corso vuole affrontare miratamente aspetti della patologia cardiovascolare nel genere femminile nelle varie fasi della vita, da quella giovanile e fertile a quella tardiva della post menopausa, secondo un contunuum fisiopatologico, clinico e prognostico che coinvolge le patologie cardiovascolari come la cardiopatia ischemica ,le valvulopatie, le aritmie, lo scompenso cardiaco, ma anche aspetti più suggestivi come le cardiopatie in gravidanza e la cardioncologia. Questo per dare ai clinici ospedalieri e del territorio suggerimenti innovativi, moderni e di reciprocità nella cura cardiovascolare della donna ad ogni età e appartenenza sociale.

Obiettivo Nazionale di riferimento
Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica. Malattie rare
Verifica "Qualità percepita"

Scheda di valutazione (compilazione obbligatoria), spazio per la segnalazione di suggerimenti e commenti anonimi.

Chiudi la Scheda di Progetto
Patologia cardioncologica - Monica Baroni
Cardiopatie e gravidanza - Sabrina Costa
La sindrome coronarica acuta al femminile - Alberto R. De Caterina
Donna e malattia degenerativa della valvola aortica - Cristina Giannini
Donna e malattia del microcircolo coronarico - Annamaria Mazzone
Disfunzione diastolica e comorbidità cardiovascolare - Rosa Poddighe
Malattie autoimmuni e patologia cardiovascolare al femminile - AntonioTavoni
Donna e scompenso cardiaco - Alessandro Valleggi, Michele Emdin

© 2000 - 2014 DATRE - P.I. 01898870462

Contatti - Condizioni d'uso - Cookie & Privacy Policy